I tatuaggi – Unalome parte 2 di 2 (per ora!)

I tatuaggi, mentre raccontano delle storie, ne creano altre: generano incontri ed equivoci, stabiliscono legami, decidono, a volte, della vita e della morte.

(cit. Nicolai Lilin – Educazione Siberiana)

febbraio 2015.
una voglia irrefrenabile di un viaggio.
destinazione? all’inizio nessuna idea.
poi il caso ti porta davanti ad un biglietto aereo per la Thailandia.
diverso, sconosciuto, sicuro per un viaggio zaino in spalla.
be,  a dirla tutto, anche il primo in questa veste e in solitaria.

agosto 2015.
3 settimane.
partire, incontrare una compagna di viaggio fedele che ti accompagna durante tutto il viaggio. condivisione. amicizia.
Bangkok, Chiang Mai, 3 giorni nella foresta tra elefanti, popolazioni locali e posti a volte difficili ma che lasciano senza fiato, Lop Buri, Ayuttaya, Bangkok di nuovo, Ko Phangan, Bangkok.
Spostamento in Cambogia, Siem Reap e Angkor Wat.
E di nuovo Bangkok per i saluti, per il ritorno in patria.

Un viaggio in solitaria.
un viaggio zaino in spalla con solo il minimo necessario (davvero minimo)
il voler superare le proprie paure.
i propri limiti.
la ricerca di se stessi e di qualcosa che facesse sentire vivi.
crescere.
infrangere barriere mentali e psicologiche,
tanto da voler incidere e ricordare tutto quello sulla pelle.
Di nuovo.

Durante quelle tre settimane passare momenti che nessuno potrà cancellare dalla memoria.
E dalla pelle.

I tatuaggi bisogna “soffrirli”. Dopo aver vissuto qualcosa di particolare, lo si racconta tramite il tatuaggio come in una specie di diario.

(cit. Nicolai Lilin – Educazione Siberiana)

Ko Phangan.
A: Mi piacerebbe farmi un tatuaggio per ricordare questo viaggio, questo terra e tutto quello che mi ha dato.
L: Anche a me!
Ed è iniziata così, la ricerca di un tatuatore e di un tatuaggio che fosse all’altezza delle aspirazioni.
La voglia di un tatuaggio thai e thai-style con il bambù.
il (di)segno arriva immediamente, all’improvviso.
Per il tatuatore, bisogna attendere.

Bangkok.
Di passaggio a Bangkok.
Khao San Road.
Via rinomata, blasonata e ben poco thai ma molto turistica.
Una delle “must thing to do” è il tatuaggio in uno degli innumerevoli studi di tatuatori lì.
Proviamoci, di nuovo.
Affascinate da una ragazza-tatuatrice. Studio intonso.
Ci spiega che non avrebbe potuto farcelo sul luogo da noi deciso perchè sarebbe andata contro uno dei principi del buddhismo.
La caviglia e i piedi sono i luoghi più lontani dal cervello e considerati più “sporchi”.
Un simbolo religioso e di profondo significato deve invece avere un luogo privilegiato, il più vicino possibile alla testa.
Accettiamo. Ma il tempo stringe e bisogna ritornare in Italia.
Bisogna pensarci.
Tatuaggio rimandato. per poco.

26.09.2015
Eccolo lì.
Sulla pelle.
Stupendo.
Ma soprattutto denso di significato.
di aspettative.
e di speranze.

UNALOME

Unalome [o Unaalome] è un simbolo della tradizione buddhista che rappresenta il percorso dell’individuo che si dipana lungo la vita.
Il sentiero comincia dal centro della spirale: In mezzo ad un mulinello l’uomo è preda di confusione, paure, dubbi, incertezze.
Poi pian piano la consapevolezza rischiara il percorso e si esce dalla spirale.
nella seconda parte del simbolo: l’osservazione porta alla comprensione che ci sono alcune cose che ci incatenano in circoli viziosi.
Sembra di procedere in avanti, ma si torna indietro.
Come una sorta di maledizione: quando si ha l’impressione di aver compreso, ecco che sembra che gli eventi ci dimostrino proprio il contrario.
Questa continua osservazione porta però nuova luce: più si osserva, più questa paradossale parte a zig-zag si riduce, e pian piano si giunge ad una linea retta.
La linea retta rappresenta la comprensione definitiva.
A questo punto basta solo un po’ di coraggio per tuffarsi. Alla fine della linea c’è un burrone (lo spazio fra la fine della linea e il puntino).
La comprensione definitiva infatti non è altro che la certezza che tutto è mistero e che nulla può quindi essere compreso e controllato.
Si può solo vivere lasciandosi andare nell’immenso oceano privo di certezze dell’esistenza.

14068350_10209370186027504_888410713686181157_o

I tatuaggi sono segni nuovi scelti da te. Metti qualcosa tra la tua pelle e il destino. Un sorso di coraggio.

(cit. Margaret Mazzantini – Venuto al mondo)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...