Cose che ti porteranno lontano: i viaggi e le scarpe

20 AGOSTO.

Due cifre: due e zero.
Un numero: venti.
Un mese: agosto.
Una data che, inaspettatamente e per puro caso, si è ritrovata ad avere un significato particolare.

Curioso come una data possa cambiare la vita, come possa segnare l’inizio o la fine di qualcosa di grande che, in qualche maniera, trasforma le cose e le persone.

20AGOSTO 2005.

L’iniziazione alla vita, ai viaggi, ad una cultura  diversa, ad una nuova famiglia, ad un futuro.
Quel 20 agosto rimarrà una delle immagini indelebili con dei sentimenti contrastanti tra gioia di poter iniziare una nuova esperienza, paura perchè non sapevo a cosa sarei andata incontro, tristezz per aver lasciato la mia famiglia ed i miei amici a soli 17 anni.
Quel giorno ho messo piede, valigie e cuore ad Oulu, quinta città per grandezza della Finlandia, e conosciuto la famiglia ospitante, coloro che da lì ad un anno sarebbero diventati molto più di una host-family!
A soli 16 anni non è facile prendere la decisione di partire, andare all’estero soli per un anno ma tutto ciò che è venuto dopo è stata la ricompensa più che meritata per tutti gli sforzi fatti da me e dalla mia famiglia perchè potessi vivere quest’esperienza.
All’inizio un’idea stuzzicante: un anno all’estero? magari in qualche college americano? o un mese in Nuova Zelanda? Wow!
Poi la ricerca di qualche associazione di fiducia che potesse realizzare quest’idea: AFS Intercultura sembrava la migliore, una grande famiglia connecting life, sharing cultures.
Si inizia: la domanda per la Finlandia, i test, le carte, la burocrazia, la spasmodica attesa di una risposta … accettata! Si parte!
E la famiglia? … molto presto quella lettera con tutte le informazioni sulla famiglia che mi ospiterà e poi le prime mail con loro.
Finchè arriva quel giorno in cui le foto diventano persone in carne ed ossa, le parole scritte diventano suoni e l’emozione diventa palpabile.
Quel 20 agosto ha avuto inizio un anno non facile, con molti alti e bassi, risate, pianti, gioie, ma assolutamente fantastico!
Ma quello stesso giorno ha avuto inizio la mia passione per l’inglese, per le lingue, per le culture diverse e la conoscenza di esse attraverso i viaggi e le interazioni con le persone del luogo, le loro tradizioni e la loro cucina.

20 AGOSTO 2014

è arrivata l’ora di dirsi addio: quanti ricordi e pezzi di vita in un paio di scarpe! 

Ancora più curioso come un paio di scarpe possano diventare testimoni di un’emozione, di una storia, di ricordi e di pezzi di vita passati che ti hanno cambiata.
Un paio di scarpe comprate per necessità, per piacere, per comodità, semplicemente per percorrere dei km, diventano, passo dopo passo, parte della tua vita, testimoni mute di avvenimenti più o meno importanti.
Le mie adidas simil rapper raccontano di me più di quanto si possa immaginare: ricordano il periodo in cui, ragazzina sovrappeso, volevo nascondere tutto sotto vestiti enormi; il sogno realizzato di mia mamma di andare in Finlandia, un viaggio in Vietnam alla scoperta di un paese lontano ed affascinante; gli anni dell’università tra esami, amici, compagne di stanza e convitto, erasmus; giri in bicicletta, di cui l’ultimo rovinoso, e tante passeggiate e ore al sole in cui sono state testimoni di baci, confessioni, discorsi seri e risate, pianti, dispiaceri, litigate e gioie.
Un paio di scarpe, 4 anni insieme e migliaia di km percorsi alla ricerca di se stessi, di persone che potessero arricchire la vita di esperienze, incontri con persone che entrano nella tua vita, alcune di loro temporaneamente, altre destinate a rimanere. Scarpe che rispecchiavano la mia personalità, che hanno assistito ad una crescita personale senza eguali, che porteranno con sè una parte di me stessa, della mia vita e dei miei giorni passati con loro.

Ed ora toccherà ad un altro paio di scarpe l’arduo compito di accopagnarmi e vivere con me alcuni anni della mia vita, testimoni di un futuro tutto da scoprire e da scrivere.

Mie adorate Adidas, grazie e ad maiora!

DSC02406

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...